3
Mag

Lo psicologo in farmacia

Fonte: www.pharmaretail.it

Tra le attività della Farmacia dei Servizi rientra sicuramente quella della diffusione e promozione della cultura del benessere e della salute psicologica. In questo senso, un valido alleato può essere rappresentato dallo “Psicologo in Farmacia”, ovvero un servizio di consulenza psicologica strutturato, individuale o di coppia, da proporre all’interno della farmacia. Abbiamo intervistato Fiorella Palombo Ferretti (nella foto), psicologa e presidente dell’associazione no profit Anfip (Associazione Nazionale Psicologi in Farmacia) che ci ha illustrato scopi, modalità e normativa. Read more

2
Apr

A Bologna le relazioni umane sotto la lente del sociologo Paolo Crepet

Fonte: www.pharmacyscanner.it

Anteprima Cosmofarma 2019
29 Marzo 2019
Viviamo un’epoca in cui tutto è a portata di click e il digitale accorcia tempi e distanze. Le nuove tecnologie sono un rallentatore cognitivo ed emotivo che rende tutto fattibile e fruibile senza sforzo, almeno in apparenza. Ma in tutto ciò, che fine hanno fatto le relazioni umane? Dal palco della Cosmofarma Business Conference Paolo Crepet, psicologo, sociologo e scrittore, ci consiglierà di non condannare le nuove tecnologie, ma di riportare l’attenzione sulle emozioni reali, suscitate dai rapporti umani. Read more

2
Apr

Nel Largo consumo l’online traina i segmenti che la gdo condivide con la farmacia

Fonte: www.pharmacyscanner.it
Extracanale
29 Marzo 2019
Nel Largo consumo confezionato (Lcc) l’e-commerce è stato il traino principale delle vendite realizzate dal mass market nel 2018. Anche nei segmenti di prodotto dove la distribuzione moderna compete con la farmacia, come personal care, pet care, dietetici e salutistici, beauty, cura del viso. E’ quanto rivela l’ultimo report di IRi sui numeri realizzati dal canale online nell’anno appena chiuso: ammonta a 485 milioni di euro, dice la società di ricerche, la spesa generata nel 2018 dagli italiani per l’acquisto online di prodotti del largo consumo. Rispetto all’anno precedente l’incremento che ne risulta ammonta a oltre un terzo (+36%), un valore di tutto rispetto se raffrontato alla sostanziale stagnazione che hanno fatto registrare nel mass market le vendite tradizionali. Read more

29
Mar

Manicure, business fiorente: al farmacista interessa?

Fonte: www.pharmaretail.it

Pubblicato 27 Marzo 2019 Da Agnese Ferrara
a firma: Agnese Ferrara

Manicure, business fiorente: al farmacista interessa?
Che cosa c’entra la farmacia con la manicure? Pochissimo, a giudicare da quante farmacie si occupano della cura delle mani che includa anche il fronte estetico e non solo la vendita di prodotti per tagliare, rinforzare le unghie e curare le micosi. Moltissimo, si potrebbe invece rispondere a giudicare dall’interesse femminile e maschile per avere unghie esteticamente perfette ma sane e, contemporaneamente, dall’alta frequenza di patologie che colpiscono il letto dell’unghia e la sua lamina. La stessa manicure, fatta senza cura, è motivo di infezioni, unghie sfaldate, fragili e mani sensibili a furia di acetone, collanti per applicare le unghie finte e smalti semipermanenti. Read more

26
Mar

La relazione con il cliente inizia quando ancora non gli abbiamo parlato

Fonte: www.pharmacyscanner.it
Blog-notes
8 Marzo 2019

Leggo con estremo piacere che alla prossima edizione di Cosmofarma a Bologna si darà risalto alla relazione tra il farmacista e il consumatore. Se dovessi valutare quali siano le attività da coltivare in via prioritaria per far crescere il fatturato, metterei al primo posto proprio la relazione farmacista/cliente. Studiando il comportamento del cliente all’interno di una farmacia si evince che il momento topico è quello durante il quale si relaziona con il farmacista o con l’esperto di reparto. Questo rapporto quasi mai è valutato e migliorato, spesso purtroppo viene dato per scontato. Read more

26
Mar

Un nuovo film per la farmacia che vuole stare al passo con il cliente che cambia

Fonte: www.pharmacyscanner.it

Post sponsorizzato
22 Marzo 2019

Il mercato adesso sta cambiando, spinto anche dai competitor fuori canale, che già da diverso tempo si sono preoccupati di analizzare i comportamenti d’acquisto del cliente.
La domanda da porsi è: “ma da quale retail è corretto importare un modello vincente?” Molti sceneggiatori arrivano dai set della gdo, dove un’offerta ovviamente esasperata obbliga ad uno studio accuratissimo degli indici di rotazione oltre e della resa per scaffale. Questo modello però in farmacia calza scomodo, ricordo che nella gdo il contatto con l’operatore è pari quasi a zero, l’unica persona che si incontra è la cassiera ad acquisti già selezionati, fatta eccezione per i reparti assistiti dove la risorsa umana fa la differenza. Quindi, possiamo dire che il cliente fa quasi tutto da solo. In farmacia al contrario assistiamo ad una forsennata ricerca del farmacista prima di tutto. Read more

22
Mar

Lavoro, famiglia, coppia: tutto fa stress e porta gli uomini in farmacia

Fonte: www.pharmacyscanner.it
Consumatore
22 Marzo 2019
Sono le donne le clienti più assidue della farmacia ma occhio a non trascurare gli uomini, perché il 90% di loro soffre di disturbi da stress e di questi soltanto il 12% dichiara di delegare a mogli, fidanzate o mamme la scelta dei prodotti con cui curarsi. E’ l’indicazione che si trae dalla ricerca presentata da Assosalute, l’associazione nazionale dei produttori di farmaci di automedicazione, in concomitanza con la Festa del papà del 19 marzo: ansia e nervosismo (45,5% delle risposte), tensioni muscolari (36,2%), mal di testa (34,1%) e disturbi del sonno (27,3%) sono i sintomi che gli uomini lamentano più di frequente nei periodi di stress.

Read more

19
Mar

Quella farmacia dove tutto è perfetto e professionale, ma manca l’empatia

Fonte: www.pharmacyscanner.it

Mistery Shopper
15 Marzo 2019

Farmacia del centro Italia, situata in uno dei magnifici paesi che caratterizzano in particolare Marche, Umbria e Toscana, unica nel centro abitato. Di passaggio – più o meno – da quelle parti, ne ho approfittato per visitare una farmacia particolarmente attiva sui social. Dispone di circa 70 -80 mq al pubblico, con una vetrina fronte strada e una nella via laterale, senza particolari problemi di parcheggio e troppo piena di espositori. Due farmacisti al banco e – mi sembra – uno nel retro, più o meno la farmacia media italiana rilevata da tutte le ricerche di mercato. Le specializzazioni enfatizzate sui social riguardano alimentazione dietetica, integrazione sportiva e fitoterapia. Ma la comunicazione in farmacia non parebbe confermare.

Entro e trovo alcune persone in attesa. Mi metto in coda e ne approfitto per guardarmi attorno in tranquillità, ma subito percepisco nell’aria una sorta di “tensione”. Mi metto ad ascoltare cosa dicono i farmacisti al banco ai clienti che vengono serviti, domande e risposte si susseguono a un ritmo sostenuto ma senza essere sbrigative, la coda scorre abbastanza veloce.

Man mano che mi avvicino al banco inizio a comprendere: la relazione che il farmacista imposta con i clienti è soltanto tecnica; parla correttamente di prodotti, uso, controindicazioni, principi attivi, consiglia gli acquisti complementari nei modi dovuti. Tutto giusto. Ciò che non si sente è l’interesse verso i problemi del cliente, verso il suo bisogno di sentirsi al centro dell’attenzione. Read more

15
Mar

Cosmetica Italia: farmacia secondo canale per la vendita di cosmetici

Fonte: www.pharmaretail.it

Pubblicato 13 Marzo 2019 Da Redazione
a firma: Chiara Romeo

In occasione dell’annuncio della presenza di Cosmetica Italia con il Gruppo Cosmetici in Farmacia all’edizione 2019 di Cosmofarma Exhibition, l’associazione coglie l’occasione per delineare l’evoluzione di un canale sempre più cruciale per la cura della persona.
Potenzialità nella relazione con il cliente

Nell’ arco degli ultimi dieci anni la farmacia ha conquistato la seconda posizione nella vendita di cosmetici tra i canali distributivi, rappresentando quasi il 19% del totale dei consumi. Sebbene le rilevazioni sul 2018 e le stime per il 2019 segnalino un andamento più rallentato rispetto ai trend di crescita degli scorsi anni, con un valore di vendita oltre 1.850 milioni di euro, +0,3% nel primo semestre 2019, il canale farmacia ha significative potenzialità soprattutto legate ad alcune categorie di prodotto. Read more

15
Mar

Cyber Security: un problema in più per la farmacia retail, ma anche un’opportunità

Fonte: www.pharmaretail.it

Pubblicato 13 Marzo 2019 Da Agostino Grignani
a firma: Agostino Grignani

Assolti gli obblighi del GDPR nel maggio 2018, il problema Cyber Security sembra molto lontano dal mondo della farmacia e da quello della Sanità. In realtà i rischi non sono scomparsi, bensì in aumento.

I cyber attack più pericolosi sono i cosidetti Ransomware, dei virus che in modo silente criptano i file dei sistemi informatici, bloccando qualsiasi attività. L’unico modo, peraltro non certo, per sbloccare un Ransomware è pagare un riscatto su bitcoin. Il blocco dei sistemi è particolarmente critico in sanità, in quanto si fermano non solo i servizi amministrativi, ma tutti quelli collegati alla “patient care”: interventi chirurgici ed analisi diagnostiche. Un eventuale blocco in farmacia creerebbe gravi problemi sull’erogazione delle prescrizioni medicinali per il tramite dei protocolli della ricetta dematerializzata. Il blocco di un servizio sanitario è altrettanto grave come il furto di dati sensibili o personali. Read more