Nuovi trend dell’igiene orale

Condividi l'articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Fonte: www.pharmaretail.it

Per gli italiani l’igiene orale passa dallo spazzolino da denti: da un’indagine condotta da Valdani Vicari e Associati per conto di tau-marin, con l’obiettivo di indagare le abitudini e i comportamenti degli italiani sull’igiene orale, emerge che è questo lo strumento riconosciuto come fondamentale. E il 16% lo acquista in farmacia. La ricerca ha ricostruito i processi di scelta del prodotto e delle marche dallo spazzolino al dentifricio, dal collutorio al filo interdentale e ha messo alla luce le implicazioni di una corretta igiene, evidenziando la correlazione tra i benefici di una bocca sana, il benessere del corpo ma anche il benessere interiore.

Salute della bocca: cresce la cura dei denti

L’indagine è stata condotta attraverso 1800 interviste su un campione di popolazione italiana dai 18 ai 65 anni, secondo la metodologia CAWI (Computer Assisted Web Interviewing) ed è emerso che la salute della bocca è importantissima per molti aspetti della vita di tutti i giorni, perché una bocca curata infonde tranquillità e serenità in ambito psicologico, relazionale e fisiologico, facilitando la socializzazione e le relazioni interpersonali. La ricerca ha evidenziato inoltre che gli italiani sono a conoscenza degli effetti che la cura della bocca e l’attenzione per la corretta masticazione generano su tutto il corpo, prevenendo problemi di postura, di digestione e di emicranie.

Gli aspetti e le patologie a cui gli italiani prestano maggiore attenzione sono, in ordine di importanza: carie, placca e tartaro, alitosi, denti sensibili, gengive sanguinanti e sensibili. La ricerca mette in luce un approccio all’igiene orale in continua evoluzione, anche in relazione alle diverse abitudini degli italiani e alle loro modalità di acquisire informazioni. Infatti, dall’indagine, emerge una difformità nella cura della bocca secondo alcuni specifici profili comportamentali che si distinguono sulla base di stili di vita, bisogni, estrazione sociale e culturale e grado di istruzione. Le esigenze cambiano a seconda delle fasi della vita, ma mediamente gli intervistati si lavano i denti due volte al giorno: la mattina, soprattutto dopo colazione e la sera, prima di andare a dormire, sono i momenti della giornata prediletti per l’igiene orale.

Lo spazzolino viene acquistato 3 o 4 volte all’anno, seguendo principalmente i consigli del dentista, che è un key influencer per quanto riguarda l’igiene orale. Il supermercato è sicuramente il canale di acquisto prevalente (74%) sia per lo spazzolino che per il dentifricio, tuttavia non possiamo non tenere conto che l‘8% degli italiani acquista i prodotti oral care in farmacia. Il dato relativo allo spazzolino indica poi il 16% degli acquisti effettuati in farmacia. Il consumatore che sceglie la farmacia, è più esigente e più attento alla marca. Infatti, se da una parte il prezzo è un parametro di confronto tra prodotti simili per qualità, dall’altra gioca un ruolo più significativo la fiducia della marca e la conoscenza degli effetti benefici.

Lo strumento più importante per il benessere della bocca è lo spazzolino, sia quello manuale che quello elettrico, che viene considerato imprescindibile e utilizzato diverse volte al giorno. Uno dei criteri prioritari di scelta, quando si acquista uno spazzolino, sono la tipologia e le caratteristiche delle setole. Anche il dentifricio si acquista principalmente al supermercato e viene scelto soprattutto per l’azione che si desidera avere dal prodotto, per le sue qualità di prevenzione contro le carie e secondariamente per il sapore.

Lascia un commento.