Mercato farmacia, miglioramento guidato da farmaci di automedicazione a +10,5%

fonte: www.farmacista33.it

Nella settimana dal 14 al 20 novembre si registra un lieve miglioramento del mercato farmacia che con un +0,3% a volumi torna a segnare un più sopra lo zero trainato ancora dai farmaci su prescrizione a con un importante contributo anche dall’automedicazione (+10’5%). Lo segnala il monitoraggio di New Line Ricerche di Mercato

Gli ingressi confermano l’andamento di ripresa
La chiusura a +0,3% a volumi, secondo New Line Ricerche di Mercato è quindi “merito sicuramente del consueto sostegno dato dai farmaci su prescrizione (+4,1%) che si era interrotto solo nella settimana 43, ma in questa settimana un importante contributo arriva anche dall’Automedicazione che conquista un trend a doppia cifra: +10,5%, un risultato principalmente legato al boom registrato negli ultimi giorni dei contagi da Covid e influenza stagionale”. Gli ingressi confermano l’andamento di ripresa osservato già a partire dalla settimana passata, rimanendo posizionati leggermente al di sotto della stagione 2021. Una lenta ripresa che si può riscontrare anche dal trend stagionale che migliora rispetto alla settimana scorsa, pur mantenendosi in area negativa: -2,6%. All’interno del paniere del comparto del Farmaco su Prescrizione crescono in maniera decisa i farmaci per la cura del sistema respiratorio, spinti soprattutto dai farmaci per la gola (+96,1%) e la tosse (+48,3%). Osserviamo anche trend particolarmente positivi negli antibiotici (+19,4%) e negli antidolorifici (+11,9%). La libera vendita rimane posizionata in zona negativa con un trend pari al -4,5%, anche perché, fatta eccezione per l’automedicazione, tutte le altre categorie del comparto non riescono a risalire oltre lo zero.

Paniere covid/influenza cresce con prodotti gola, antipiretici e decongestionanti nasali
A sostenere l’ottimo risultato di questi giorni dell’automedicazione (+10,5%) sono principalmente i prodotti legati al paniere covid/influenza: si osservano trend molto positivi per analgesici (+33,9%) e prodotti per il benessere del sistema respiratorio (+29,5%). Con l’esplosione dei contagi di influenza e Covid risalgono anche le vendite dei prodotti per la cura della tosse. Un mercato che si posiziona molto al di sopra i livelli della stagione passata con un trend stagionale a doppia cifra: +35,3%. I prodotti per la cura della gola si collocano sopra i livelli del 2021 di ben 52 punti. Il trend stagionale rimarca la crescita delle vendite segnando un trend stagionale del +30,5%. In rimonta anche le vendite a volumi del mercato degli antipiretici, che guadagna ben 34 punti rispetto alla settimana scorsa, anche in questo caso spinte da influenza e Covid. Il trend stagionale è più che positivo e si colloca al +7,6%. Cresce anche il mercato dei decongestionanti nasali, anche se con una spinta leggermente minore rispetto agli altri mercati legati al paniere influenzale. il trend stagionale rimane comunque positivo segnando un +4,2%.

Dermocosmetica resta ancora in area negativa
Nessuna variazione importante in questa settimana nel mercato della Dermocosmetica che segna un trend a volumi del -0,2%. All’interno della categoria, le buone performance riguardano i mercati del Make-up (+11,4%) e dei Trattamenti Viso (+7,4%), mentre stentano altri mercati importanti come i Trattamenti Corpo (-3,2%). Con l’arrivo dei primi freddi iniziamo a monitorare il mercato dei Trattamenti per le Mani. La stagione 2022 è particolarmente difficoltosa e il mercato fatica ad entrare in stagione probabilmente a causa delle temperature anomale di questo autunno. Si osserva però una leggera ripresa a partire da questa settimana e il raggiungimento dei livelli della stagione 2021. Il trend stagionale riflette però il periodo problematico registrando un -25,9%.

I commenti sono bloccati.