Al via il nuovo servizio “Reso facile”, le precisazioni di Federfarma

Condividi l'articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone

Fonte: www.federfarma.it
12/03/2019 09:12:41
Federfarma ha fatto sapere che Assinde sta inviando alle farmacie la circolare relativa alla seconda tranche 2018.
Con il servizio ResoFacile, le farmacie hanno la possibilità di gestire con la massima semplicità tutte le tipologie di rifiuti speciali che vengono prodotte in farmacia e che comprendono: medicinali scaduti o invendibili pericolosi e non pericolosi; medicinali stupefacenti di cui alle Tabelle A, B e C e, a titolo esemplificativo:
• prodotti cosmetici
• integratori alimentari
• prodotti destinati ad un’alimentazione particolare
• referenze medicali, ortopediche e sanitarie in genere
• RAEE – rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici
• rifiuti da autodiagnosi
• rifiuti derivanti da attività galenica (sostanze chimiche per la produzione di prodotti galenici, liquidi di lavaggio, contenitori vuoti contaminati)

L’Accordo di Programma sottoscritto da Assinde con i Ministeri competenti prevede, per le farmacie che aderiranno al servizio ResoFacile, che gli obblighi esistenti in capo alle farmacie relativamente ai seguenti adempimenti: Registri di carico e scarico rifiuti e MUD saranno assolti direttamente tramite Assinde, limitatamente ai rifiuti da questa gestiti.
Inoltre, per le farmacie che trattano apparecchi elettrici ed elettronici viene meno l’obbligo di iscrizione alla Sezione Speciale dell’Albo Gestori Ambientali.
Alla farmacia rimane: obbligo di compilazione dei formulari di trasporto dei rifiuti (FIR), nel caso in cui non abbia delegato tale formalità all’azienda affidataria del servizio per conto di Assinde e di conservazione della prima e quarta copia; responsabilità per la veridicità dei dati dichiarati; obbligo di compilazione della scheda trasporto RAEE, per le farmacie che trattano apparecchi elettrici ed elettronici.

Per attivare il servizio ResoFacile, basta accedere al sito www.assinde.it e seguire le istruzioni. Tenendo presente che la farmacia, di norma, non dovrà anticipare alcuna somma in quanto il costo del servizio ResoFacile verrà detratto dalla Nota di Indennizzo, se capiente. La nuova struttura di tale servizio non prevede più un costo forfetario onnicomprensivo ma la possibilità per la farmacia di richiedere le specifiche attività di cui ha effettivo bisogno.

A tale riguardo, la tabella riportata all’interno della circolare Assinde indica le diverse tipologie di servizi ed i relativi costi riferiti alla singola tranche: tale nuova organizzazione del servizio Resofacile consentirà alle farmacie di selezionare solo le singole attività di interesse potendo così coniugare le semplificazioni gestionali con maggiori risparmi. Assinde, ha accolto anche l’esigenza rappresentata dal Sunifar di prevedere un messaggio di attenzione per le Farmacie Rurali che si vorranno avvalere del servizio ResoFacile, stabilendo una riduzione dei costi del 10% rispetto agli importi riportati per i vari servizi offerti.

Federfarma invita a valutare le opportunità offerte dal servizio Resofacile nella sua nuova struttura, tenendo presente non solo i relativi costi diretti ma anche e soprattutto i costi che eliminerebbe dai bilanci delle farmacie, in virtù delle importanti e numerose semplificazioni gestionali che introduce a favore delle farmacie che vorranno aderirvi.
Con le novità descritte si amplia l’offerta a disposizione delle farmacie che possono quindi in piena libertà individuare l’operatore di cui avvalersi per la gestione dei rifiuti, optando per il nuovo servizio ResoFacile scegliendo le singole voci di interesse, così come continuare ad avvalersi di un trasportatore terzo, di loro scelta, per il conferimento dei resi in Assinde.

Lascia un commento.